Atti parlamentari
Non solo sussidi ma anche sussidiarietà | DFE
Interrogazione del 2 dicembre 2015
In data 24 settembre 2012 presentai un’iniziativa parlamentare volta a modificare la Legge cantonale sui sussidi dal titolo: “Non solo sussidi ma anche sussidiarietà”.
La proposta non è accolta dal Governo che l’11 febbraio 2014 presenta un Messaggio che tiene buoni e validi i principi dell’iniziativa, ma la boccia e si oppone alla modifica della Legge sui sussidi. Abbondanzialmente anticipa che al massimo, se proprio, si dovrebbe inserire il principio a livello di Costituzione, ma non si attiva in questo senso lasciando il tema al Parlamento. Il 26 agosto 2014 la Commissione finanze del Gran Consiglio, contrariamente al Governo e andando oltre, presenta un Rapporto contrario all’inserimento del principio nella Legge ma è favorevole al principio dell’iniziativa e propone al Gran Consiglio di fissarlo nella Costituzione cantonale.
Il 22 settembre 2014 il Gran Consiglio accoglie la proposta di inserire il principio nella Costituzione cantonale. Due anni dopo la presentazione del provvedimento, il Gran Consiglio con l’accordo dell’iniziativista formalmente boccia la modifica della Legge ma promuove con 56 voti favorevoli e 1 contrario il principio a livello di Costituzione facendo proprie le conclusioni del rapporto di maggioranza della Commissione della gestione e delle finanze che recita:
-    archiviare l'iniziativa parlamentare elaborata del 24 settembre 2012 del deputato Sergio Morisoli "Modifica della Legge sui sussidi cantonali: non solo sussidi ma anche sussidiarietà", dando seguito unicamente al suo principio di fondo e quindi agli auspici governativi;
-    incaricando, ai sensi dell'articolo 96 della Legge sul Gran Consiglio e sui rapporti con il Consiglio di Stato, il Governo di elaborare una proposta di revisione parziale della Costituzione cantonale che, come auspicato dallo stesso Governo nelle conclusioni del messaggio n. 6909, codifichi a livello costituzionale il principio della sussidiarietà, «trattandosi di un elemento fondamentale che sta alla base della ripartizione dei compiti tra Cantone e Comuni, da un lato, ed enti pubblici ed enti privati, dall'altro».
 
A oltre 3 anni dall’iniziativa e a 1 anno dal voto del Gran Consiglio, chiedo al Governo:
1.      A chi è stato demandato il compito di “elaborare una proposta di revisione parziale della Costituzione cantonale”?
2.      A che punto si trovano i lavori preparatori?
3.      Quale è il termine temporale fissato per la presentazione della proposta al Gran Consiglio?
4.      Se, nell’ambito delle misure di correzione finanziaria previste e annunciate dal Governo per la primavera 2016, vi è da aspettarsi che il principio di sussidiarietà giochi un ruolo importante nella revisione dei compiti dello Stato?
5.      La modifica costituzionale è inserita nel piano delle modifiche legislative delle LD 2016-2019?
 
 


Pubblicato il 02.12.2015 08:35

NOVITÀ

09.04.2018 - Sergio Morisoli

La politica estera non interessa ne al Governo ne al Parlamento - Seduta GC 9 aprile 2018

Il Gran Consiglio passa pomeriggi interi a dibattere di temi minori, soprattutto se c’è qualche manciata di migliaia di franchi da dare a qualcuno. Oggi a tema c’era il voto s...

04.05.2018 - AL

Pacchetto sgravi fiscali

4 maggio 2018: AL e UDC propongono 11 iniziative parlamentari per ridurre la pressione fiscale sul ceto medio.  Eccole ...

13.05.2018 - AL

10 giugno 2 volte NO

Per le votazioni federali del prossimo 10 di giugno AreaLiberale raccomanda di votare due volte NO.     Iniziativa Moneta intera      ...